Archivi autore: wp_9359275

L’insegna del teatro Ferrini di Adria

Installata il 4 luglio e inaugurata il 20 settembre 2020, l’insegna creata da Andreina Nonnato e realizzata da Mosaico Friends per il teatro Beato Contardo Ferrini è un altro piccolo contributo per la città di Adria.

Commento a due voci

Il Teatro Ferrini è conosciuto come un gioiellino liberty, stile e armonie di forme ben coniugate al’interno, ma assai meno riconoscibile all’esterno dove la facciata in continuità con gli edifici che delimitano la piazza non ha una visibilità adeguata, consona alla sua funzione.

Si è trattato perciò di dare identità alla facciata non solo attraverso la scrittura dell’intitolazione, ma mediante un linguaggio che fosse in sintonia con l’interno e che lasciasse trasparire lo stile dell’ambiente teatrale interno: lo stile liberty.

Ecco allora la ricerca dei motivi decorativi all’interno del teatro e poi nella piazza in cui affaccia, nel centro storico limitrofo e viale della stazione naturalmente, perché anche ad Adria, come in tantissime città lo stile liberty con le sue forme sinuose si è sviluppato nei viali che collegavano la stazione ferroviaria al centro storico della città.

Anche ad Adria con l’arrivo della ferrovia e la costruzione della stazione ferroviaria si è collegata la nuova attrezzatura al centro storico con il viale dove sono sorte costruzioni, ville, villini che portano segni dello stile allora in voga, lo stile floreale, liberty che si è sviluppato nei primi decenni del ‘900.

Reperiti i riferimenti si sono studiate varie soluzioni, sia per la scritta che per la parte decorativa, si è scelta alla fine la soluzione a tre fasce con l’intitolazione completa e non abbreviata, dove la fascia centrale comprendente la scritta è trattata in continuità, per dimensione e colore, con il motivo decorativo del cerchio inscritto nel quadrato – linee verticali pendenti e orizzontali di collegamento.

Piaceva anche al caro Monsignor Donà, che l’aveva definita una naturale cornice della facciata.

Le dimensioni dovevano essere tali da poter permettere la lettura in modo agevole, senza essere troppo ingombranti date le misure ridotte in larghezza della facciata.

A realizzazione avvenuta si può affermare che lo scopo sembra essere stato raggiunto, la scritta è ben visibile, il motivo decorativo ben integrato con la scritta, il tutto in armonia con la sobrietà della facciata e preludio dell’identità stilistica sviluppata all’interno.

Andreina Nonnato, Architetto

Anche questo lavoro è terminato dopo la fase della progettazione, la lunga fase della realizzazione, la fase dell’applicazione, adesso è al suo posto a dare nome e visibilità al Teatro Beato Contardo Ferrini.

Non è un insegna pubblicitaria! E’ un mosaico, tecnicamente è un mosaico geometrico che sembra di facile realizzazione ma, vi posso garantire, non lo è! Bisogna rispettare rigidamente il progetto, stare nelle misure, fare attenzione a tanti dettagli…poi nel nostro laboratorio dove gli “artigiani” sono sempre in fermento e c’è allegria e qualche volta viene fuori che, credendo di fare cosa buona, invece di fare quello che c’è scritto nel progetto si cambia qualcosa! Ma… da quel qualcosa cambia tutto! Allora si disfa e si rifà con pazienza!

Il mosaico è stato realizzato interamente all’interno della nostra attività di Mosaico che svolgiamo con i ragazzi : quindi un gran lavoro di squadra, una bella esperienza che continua a consolidarsi tessera dopo tessera. Tante mani hanno collaborato , mani semplici, mani esperte, mani abili. Questa è un’opera collettiva ma non è questo il termine esatto, la definirei un’opera comunitaria un lavoro che coinvolge più parti sociali dando ad ognuna la sua dimensione. Tante tessere sono state posate dai ragazzi, mi piacerebbe che voi vedeste la loro gioia nel ritrovarsi , la loro voglia di lavorare, il loro coraggio nell’affrontare le difficoltà, la soddisfazione nel vedere un pezzo finito!

Sono queste emozioni che ci spingono ad andare avanti!

Adelia Ciciliato, Presidente Mosaico Friends

Di giovedì

AMICI DEL MOSAICO

È ADESSO

SIAMO NOI

LE MANI

SI SPORCANO

DI FESTA

E RACCONTANO

VITE FRAGILI

IMPORTANTI

PEZZETTI DI COLORE

CI SORPRENDONO

PERCHÉ

SI FANNO

RELAZIONE

                                 PRZ